Impaginazione Cataloghi con InDesign: 5 cose da sapere

  1. Home
  2. Creazione catalogo
  3. Impaginazione Cataloghi con InDesign: 5 cose da sapere

Impaginazione Cataloghi con InDesign: 5 cose da sapere

Impaginare un catalogo di prodotti (che si tratti della tua azienda, o del catalogo di un cliente) con le giuste informazioni è un compito importante e pieno di responsabilità.

Il catalogo è il biglietto da visita del prodotto: molto spesso i clienti acquisteranno o meno il prodotto in base a come viene presentato su carta!

Inoltre bisogna trovare il giusto equilibrio tra le informazioni di marketing e quelle tecniche, per essere sicuri che il tuo cliente sia soddisfatto e prenda una decisione chiara.

Insomma… l’impaginazione di un catalogo non è semplice!

Per darti una mano, abbiamo pensato di darti qualche dritta per trasformare un lavoro lungo e impegnativo in un compito che potrai svolgere con efficienza e sicurezza.

SCOPRI QUANTO COSTA CREARE UN CATALOGO

Ecco cinque consigli che devi assolutamente seguire quando per compiere una buona impaginazione di catalogo con Adobe InDesign!

1) Lavora con i libri

Se non sei già abituato a farlo, dividi il tuo catalogo in capitoli. Salva ogni capitolo come un documento InDesign separato e uniscili con la funzionalità Libro.

In questo modo:

 – lavorerai su un file molto più leggero;

 – più persone possono lavorare allo stesso catalogo! Mentre tu ti occupi di sistemare i testi del primo capitolo, il tuo collega aggiorna le fotografie del secondo, e così via…

 – Nessun problema coi numeri di pagina! InDesign numera automaticamente le pagine dei capitoli dopo il primo, anche se si tratta di file separati.

2) Usa i livelli

Immagina che il tuo cliente abbia più versioni dello stesso catalogo (per esempio, una traduzione in inglese, o la versione con i prezzi in dollari, o entrambe).

Finora hai tenuto un file per ciascuna versione? c’è un modo migliore!

Puoi per esempio tenere grafiche, descrizioni nelle varie lingue e prezzi in valute diverse su livelli separati: così, con un unico impaginato, attivando o disattivando i livelli, potrai esportare esecutivi diversi!

Questo stratagemma puo’ anche potenzialmente farti risparmiare in fase di stampa tipografica: ne parleremo in un prossimo articolo!

3) Usa gli stili

Usare gli stili (di tabella, di paragrafo e di carattere) durante l’impaginazione di cataloghi può farti risparmiare moltissimo tempo, soprattutto se l’identità visiva del tuo catalogo è ancora in fase di definizione. In questo modo, con un clic puoi modificare font, abbellimenti, spaziature e rientri in tutto il documento. E se il tuo cliente dovesse pensare a un restyling in futuro… il tuo lavoro sarà già fatto!

4) Tieni in ordine i file collegati

Se puoi, rinomina i file collegati in modo coerente e tienili in cartelle separate per tipo (es. disegni tecnici, foto ambientate, dettagli). Non pensare “Poi farò un pacchetto, e si sistemerà tutto da solo.” Perché? Te lo spiego in un prossimo articolo!

5) Attenzione alle esportazioni

InDesign consente un controllo capillare sulle opzioni di esportazione, tra standard PDF, profili colore, abbondanze e segni di taglio. Se non sei preciso, rischi di ottenere una resa su carta completamente diversa da quella che il cliente si aspetta.

Se non sei sicuro delle regole da seguire, consulta il tuo stampatore o quello del tuo cliente: ricorda, una volta che l’inchiostro è su carta… è fatta!

Se nonostante questi consigli pensi che l’impaginazione di cataloghi sia comunque un lavoro pesante e pieno di responsabilità… non hai tutti i torti!

On Page ha una soluzione per rendere il tuo impaginato facile da creare e da aggiornare, facendoti risparmiare tempo e denaro, scopri come!

Potrebbe interessarti anche…

Menu